Circolare n° 5 del 18 maggio 2020

Cari colleghi,

come avrete appreso dagli organi di stampa a partire da oggi 18 maggio non sarà più necessario il modulo di autocertificazione per giustificare gli spostamenti all'interno della propria regione. Resta l’obbligo dell’autocertificazione che deve giustificare gli spostamenti da una regione a un'altra fino al 3 giugno.

Si allega alla presente comunicazione le linee guida prodotte dall’ANCI, che forniscono indicazioni aggiornate e di semplice lettura dell’Ultimo DPCM.

In generale nell’attività professionale restano valide le “normali” precauzioni a cui ci si deve attenere quali l’uso costante dei DPI sanitari (mascherina e guanti), mantenere una distanza di sicurezza adeguata (minimo 1 metro) e assumere tutti quei comportamenti atti a limitare la possibilità che si possa incrementare il rischio di un eventuale contagio.

Quando possibile è sempre preferibile la collaborazione dei gruppi di lavoro in modalità “smart working”, gli strumenti di collaborazione a distanza sono ormai diventati una consuetudine per molti di noi e se ne raccomanda ancora l’uso.

Restano sempre valide le raccomandazioni già trasmesse nelle precedenti comunicazioni dell’ORGS, pertanto nell’ambito dell’attività degli studi professionali, ad esempio, è sempre raccomandabile:

  1. Organizzare gli appuntamenti su più giorni e organizzare gli orari di ricevimento in modo che tra un cliente e l’altro trascorra un lasso di tempo di almeno 15 muniti;
  2. Nello studio in cui si ricevono i clienti predisporre in modo visibile dei cartelloni informativi sui protocolli sanitari nel rispetto delle disposizioni (distanza di almeno 1 mt, utilizzo dei dispositivi di protezione, lavaggio mani...).
  3. Dotarsi di gel igienizzanti e materiale monouso.
  4. Subito dopo l’incontro con il cliente igienizzare le mani e quanto utilizzato al termine dell’incontro, lo spazio antistante la propria scrivania e cambiare l’aria dell’ambiente;
  5. Rispettare sempre la distanza interpersonale di almeno 1 metro e mezzo;

Tra quanto pubblicato sulla alla fase di chiusura del "lockdown" si suggerisce la consultazione del documento allegato prodotto dall'ANCI, di facile lettura ma accurato.

Al di là delle disposizioni dettate dai numerosi protocolli sanitari ormai definiti, nell’ambito professionale e nell’organizzazione delle attività di cantiere, ciò che deve guidare i nostri comportamenti resta sempre il buon senso.

Stiamo organizzando le prossime attività APC in modalità webinar, abbiamo già calendarizzato il primo appuntamento e riceverete a breve la nota per l’iscrizione, contiamo di poter organizzare altri eventi nelle prossime settimane, lo sforzo del Consiglio è di limitare al massimo il costo d’iscrizione, quando possibile saranno gratuiti. Dato che si è constatato che l’erogazione dei corsi a distanza comporta un notevole sforzo di attenzione da parte dei discenti, questi avranno la durata massima di quattro ore.

Giancarlo Carboni