Notizie

Esondazione di corsi d'acqua, vento e una tromba d'aria: la Sardegna ancora nella morsa del maltempo

SASSARI. La Sardegna nella morsa del maltempo. Piogge e forti raffiche di vento hanno investito l’isola, da Nord a Sud. Molti i disagi, in particolare nel Nuorese. Ma danni e paura si sono materializzati in diverse zone, come la Baronia, l'Oristanese, il Cagliaritano e l'Ogliastra.

Una tromba d’aria sabato sera ha investito la zona che va da Siniscola a Budoni. Il vento ha divelto diversi alberi sulla statale 131 Dcn, che hanno rallentato il traffico in entrambe le direzioni all’altezza di Budoni. Spazzata via anche la tettoia di un’area di servizio.

«Stavamo per chiudere – racconta, ancora scosso, Piero Ventroni, che gestisce il distributore Eni e i punti di ristoro sulla 131 Dcn a Budoni –. All’improvviso si è scatenato l’inferno, la tromba d’aria ha investito in pieno i locali portandosi via alberi, lamiere e frantumando le vetrate". La tromba d'aria ha poi fatto danni anche a Posada e Budoni.

Emergenza nell'Oristanese con strade e sottopassi allagati. L'intensa pioggia ha mandato in tilt la rete viaria. Danni in particolare ad Arborea dove oggi 5 novembre le scuole resteranno chiuse. Tanta paura a Solarussa per l'esondazione di un canale.

Vento e pioggia hanno flagellato anche il Nuorese. Proprio a Nuoro alberi caduti e danni, in particolare si è sfiorata la tragedia per la caduta di un albero vicino a un'edicola, in via Gramsci. Ma problemi si sono registrati in varie zone della provincia con interventi dei vigili del fuoco dei vari distaccamenti. Disagi nella circolazione stradale: nella 198 per la caduta di un grosso masso vicino a Gairo con grossi rallentamenti, mentre è stata chiusa in via precauzionale la Loceri-Lanusei.

Ondata di maltempo e chiusura di un paio di arterie provinciali nel cagliaritano ed esondazione di alcuni fiumi. A Flumini un gregge è stato travolto

dalla furia delle acque, una trentina di pecore non ha avuto scampo